Noi... al completo!

20/09/11

ED ECCO LE BANDE D'ITALIA!





La giornata di domenica merita senz'altro due parole. Chi c'era conosce l'emozione che abbiamo provato  nell'entrare in Piazza della Signoria, già riempita dalle 70 bande partecipanti a questo evento. E che dire dell'Inno di Mameli suonato tutti insieme, da più di 4000 musicanti? e quando tutti gli strumenti, le bandiere le mazzette e i pon pon delle ragazze si sono alzati al cielo? Riguardando queste immagini su you tube  ho pensato  che sono i momenti come questo che fanno sperare nel futuro di questa bistrattata Italia.
Eravamo tantissimi, tante le bandiere e le coccarde tricolore e tutti solo ripagati dalla gioia di essere lì. Leggendo i commenti dei vari filmati, ricorre  spesso la frase "c'ero anche io! banda di..."  e in un mondo dove sempre di più tutto ha un prezzo, la nostra paga di una giornata passata a marciare (prima sotto il sole, poi sotto la pioggia) e a suonare è stata l'orgoglio di dire "c'ero anche io!"
La Filarmonica Rossini ci ha regalato un bel volume con le foto che hanno fatto la loro storia. Sfogliandolo ho trovato una foto dell'11 agosto 1974, e c'eravamo anche allora. La foto non è molto chiara ma si distinguono le ragazze con la mantella bianca e il Kepì dei musicanti
Ho ripensato allo stress e alla fatica nell'organizzare il nostro raduno, ed eravamo 5 bande in un piccolo paese. Vi immaginate cosa ha significato mettere insieme 70 bande in una città  come Firenze, dove contemporaneamente si svolgevano diversi grandi eventi ( il giro dlla Toscana, Ruralia etc).
Quindi un grazie di cuore agli organizzatori che hanno fatto tutto in maniera impeccabile. Grazie a tutti di esserci stati, eravamo un bel gruppo e di complimenti  (a parte la signora del centro anziani) ne abbiamo riportati a casa tanti. Nonostante la stanchezza sono questi i servizi che ti danno la carica, che ti fanno capire che quello che fai non ha prezzo, che ognuno nel suo ruolo grande o piccolo che sia, è insostituibile per fare andare questa macchina. Una macchina che conosce un solo carburante: la passione per il mondo magico che è la Banda. Un mondo sconosciuto ai più, ignorato da chi conta, boicottato da chi crede la propria arte superiore. Un mondo che domenica ha portato a Firenze più di 4000 persone che tra 30 anni potranno dire "C'ERO ANCHE IO!"
ecco le foto
grazie alla filarmonica di Levignani ho il video del tg3, guardate il minuto 18.15....

08/09/11

Ciao Fosco




Fosco era uno dei tanti musicanti che si sono avvicinati alla nostra banda senza conoscere la musica. All'inizio accompagnava Simone e poi, contagiato dalla passione, dalla voglia di stare insieme e senza il timore di mettersi in gioco, si è inventato un ruolo. Fosco all'inzio suonava l'imperiale, poi la cassa. E' stato per anni nel consiglio, uno di quelli che non hanno mai avuto paura di rimboccarsi le maniche. Una persona di poche parole ma di grande concretezza.
Ogni volta che saliremo nella nostra pedana per fare le prove, pensiamo che una grande mano l'ha data lui per costruirla. I tavoli, le casse per gli strumenti...insieme agli altri ogni volta che c'era da mettere le mani nel legno, non si è mai tirato indietro mettendo a disposizione le sue attrezzature e la sua competenza.
Ed ora lo vogliamo ricordare così, come mi hanno detto in diversi, con la cassa e la divisa, quella divisa che appena  stava un po' meglio non ha esitato ad indossare.
Ciao Fosco, ricorderemo anche te tra quelli che hanno fatto La Folkloristica perchè una banda non si fa solo con i musicisti  ma anche con il cuore e la passione degli  uomini come te!