Noi... al completo!

23/07/13

CASTELFORTE, UNA GIORNATA INTERNAZIONALE

Davvero una bella giornata quella di domenica. L'avevamo preparata con un po' di preoccupazione, il posto era lontano, l'organico  scarso, il caldo in agguato. Invece si è rivelata davvero una giornata speciale, di quelle di cui parleremo per molto tempo, nella lunga sequela dei nostri "ti ricordi quando eravamo a....". Alla fin fine l'organico non era poi così scarso, grazie ai numerosi "solleciti" del capobanda e del Presidente, il viaggio è andato tutto liscio come l'olio, il caldo...eh si, il caldo la mattina era tanto ma nel pomeriggio c'è scappato di "rinfrescarci" con un paio di acquazzoni che comunque non hanno rovinato la giornata.
Ho messo una foto della mattina che forse con la banda c'entra poco, le ragazze sono senza divisa, la banda nemmeno si vede, ma, per me, è stato il momento più bello della giornata. Quel girotondo multietnico sulle note di Y.M.C.A (tra parentesi è stato il  brano del mio esordio nella Folkloristica, nel 1979), a me ha fatto brillare una lacrimuccia. Stiamo attraversando un periodo piuttosto difficile, economico  ma anche sociale, l'insicurezza del domani fa diventare tutti più intolleranti, meno disponibili, meno generosi. Quel girotondo mi ha fatto sperare in qualcosa di diverso, che forse, dove non riesce la politica, può riuscire la musica.
Prima di diventare melodrammatica, un grazie agli amici del gruppo Folkloristico Glio Ventrisco, che ci hanno offerto questa occasione e per la calorosa accoglienza che ci hanno fatto. Finalmente ho scoperto cosa significa Glio Ventrisco, è il  nome dialettale di una pianta, il lentisco. Una leggenda popolare racconta che nasce spontaneamente sulla torre medievale del paese e in primavera, durante la fioritura, richiama gli emigrati a ritornare nel paese natale.
Un saluto,anche se forse non ci leggeranno (ma forse si, gli abbiamo regalato un nostro calendario e c'è l'indirizzo di questo blog), ai gruppi che erano con noi in questa bella giornata che vorrei ricordare venivano da Cipro, Serbia, Messico, Paraguay, Brasile, Colombia, isole Martinique.
Le foto sono stupende, già ne avevamo avuto un assaggio su Facebook ed ora ecco quelle di Mauro .